lunedì 24 giugno 2013

EU Charter: Carta Europea dei Canali Storici e delle Vie d'Acqua Navigabili


La Carta è stata elaborata secondo le linee guida del Workshop internazionale “Memoria, Identità e Turismo Responsabile lungo le Vie d’Acqua Europee”, organizzato a Battaglia Terme e a Venezia lo scorso 12-13 Ottobre, evento patrocinato da UNESCO Venice Office, dalle Provincie di Venezia e Padova, dal GAL Patavino, dal GAL Delta del Po, dal GAL Venezia Orientale, dal GAL Bassa Padovana e dal GAL Delta2000.
La Carta, realizzata in questi ultimi mesi in collaborazione con i partecipanti del Workshop (Enti e Musei di 6 diversi paesi europei), è stata elaborata nell'ottica di valorizzare, in chiave di ecoturismo sostenibile, il patrimonio inestimabile delle vie d’acqua del nostro territorio.
Una rete idrografica artificiale creata, a partire dal Medioevo, in stretta connessione con il sistema di fiumi e vie d’acqua naturali, interagendo con i sistemi di controllo di piene e alluvioni e con la costruzione dei paesaggi agrari.
Un simile patrimonio va oggi maggiormente considerato, a livello europeo, nella sua unitarietà e integrità, al di là dei confini amministrativi nazionali, in quanto opportunità per avviare politiche innovative di sviluppo regionale e turismo.
La Carta si pone come obiettivo prioritario la valorizzazione dei canali storici e delle vie d’acqua navigabili: vere e proprie infrastrutture in grado di raccontare una parte cospicua della storia europea e che conservano, ancor oggi, una straordinaria rilevanza idraulica e monumentale, benché troppo spesso compromessa e in stato di abbandono (si pensi ad es. a ponti storici, sistemi di conche per superare i dislivelli, opifici idraulici, porti fluviali, magazzini e residenze storiche sorte lungo le vie d’acqua).
Di recente ha aderito l'Associazione Amici dei Navigli (Milano).