martedì 25 giugno 2013

L'ENNESIMA DISCARICA ABUSIVA SUL GRETO DI UN FIUME.



11 maggio 2013


La Guardia di Finanza di Venezia nell’Operazione Alcione, ha compiuto un blitiz in uno stabilimento di Casale sul Sile (TV), ed ha poi denunciato il titolare con l’accusa di violazioni ambientali. Subito è scattato il sequestrato del cantiere, ove sono stati apposti i sigilli ai rifiuti e ai materiali abbandonati. Sotto sequestro è finito un cantiere che si occupa di navi a Casale sul Sile. I militari delle Fiamme Gialle hanno individuato un cantiere navale che svolgeva lavori di manutenzione, riparazione e demolizione di imbarcazioni, utilizzando un terreno risultato privo del sistema di raccolta delle acque reflue di lavorazione. Le acque contaminate erano riversate direttamente sul terreno, finendo poi nel fiume. È stato inoltre individuato uno scarico non autorizzato di reflui di lavorazione che andava direttamente nel Sile. I sigilli del sequestro sono stati apposti su una gran quantità di rifiuti: residui di sabbiatura di scafi, vernici, materiali provenienti da smantellamento e riparazioni di imbarcazioni e parti meccaniche di motori. Il tutto era abbandonato nell’area e sul greto del fiume, a due passi dal Parco del Sile. Sono stati sequestrati anche otto manufatti abusivi, adibiti a magazzini ed uffici. Gli uomini delle Fiamme gialle hanno infine scattato fotografie dall’elicottero per documentare le violazioni nell’area sottoposta a tutela ambientale.