giovedì 25 giugno 2015

#VisualizingWaterWorlds - Arsenale di Venezia - TESA 105


Un percorso sui diversi 'mondi liquidi' con i quali l'umanità ha vissuto per secoli e con i quali cerca oggi di convivere in un nuovo spirito di sostenibilità e buon governo. Questo è #VisualizingWaterWorlds, alla Tesa 105 dell'Arsenale, che offrirà ai visitatori un'esperienza interattiva innovativa e fortemente coinvolgente. 
Ad iniziare dalla tromba d'acqua “Vortex”, opera dell'artista italiana Maria Cristina Finucci da anni impegnata a sensibilizzare sul tema dell'inquinamento degli oceani causato dalla plastica. Si continua con l'installazione dell'artista Paolo Scoppola che tradurrà in forme liquide i movimenti del corpo dell'osservatore come se fosse immerso nell'acqua.




Una serie di grandi schermi approfondiranno specifiche tematiche quali: il “Tribunal de les Aigües/ Tribunal de las Aguas di Valencia, in Spagna, nato per dirimere le controversie sull'acqua; le storiche vie d’acqua navigabili della Serenissima nell’entroterra veneto; la crisi dell'acqua nel Mediterraneo e le questioni della biodiversità marina; la valorizzazione dell'acqua nelle immagini di 25 artisti internazionali. Infine per i più giovani anche atelier didattici per le scuole, proiezione di cartoni animati, laboratori sul risparmio idrico e la tutela della risorsa idrica. E ci sarà anche una 'nuvola di colori e percezioni' a raccontare il percorso emotivo generato dalla 'Cultura dell'Acqua'.



Il Progetto ideato e realizzato dal Comune di Venezia e dal Centro Internazionale “Civiltà dell'Acqua” Onlus, con la partecipazione di Unesco Venice Office e in partnership con Vela e Through Waters sarà visitabile alla Tesa 105 dell'antico Arsenale di Venezia dal 30 giugno (ore 18.00 inaugurazione) e per quattro mesi, proponendo un 'viaggio' sui temi dell'acqua che la Città lagunare e il Veneto esplicitano nell'ambito generale dell'Expo 2015.