martedì 13 gennaio 2015

Solo l’11% dei fiumi alpini è ecologicamente intatto


Solo un fiume su dieci in Europa è nelle condizioni idonee a fornire acqua e far fronte ai cambiamenti climatici. 
Stando al rapporto WWF “Save the Alpine Rivers!” solo l’11% dei fiumi alpini è infatti ancora ecologicamente intatto: 340 chilometri di fiumi ancora ‘in salute’ a fronte dei 2.300 chilometri classificati invece come artificiali o profondamente modificati dall’uomo. 

Dighe e piccoli impianti idroelettrici o ancora la conversione degli argini in aree urbane o agricole che riducono la naturale capacità dei fiumi di fronteggiare le inondazioni: queste le minacce alla salubrità dei corsi d’acqua alpini. Tuttavia si devono aggiungere anche i cambiamenti climatici e l’aumento della temperatura nelle Alpi, superiore all’aumento medio della temperatura globale. 
Lo studio del WWF ha sviluppato un sistema di priorità d’intervento, così da stabilire un livello di urgenza per la protezione di fiumi come il Lech in Austria, la Soča (l’Isonzo sloveno) o il Tagliamento e ha inoltre evidenziato quali zone potranno essere rinaturalizzate, così da proteggere e rafforzare le naturali capacità di fiumi e zone umide.


Fonte: www.wwf.it